Olimpiadi: “Dobbiamo fare sistema”

Tutti i passi formali sono stati compiuti. Il dossier sulla candidatura di Milano-Cortina alle Olimpiadi del 2026 è giunto a Losanna, sede del Comitato olimpico internazionale, che dovrà vagliarlo. Il governo ha dato il suo benestare anche se a carico dello Stato saranno solo i costi per garantire la sicurezza.
E, intanto, a livello locale, ferve il dibattito sul come fare dell’evento, qualora venisse assegnato all’Italia, un’opportunità di rilancio turistico della valle.
Il sasso nello stagno l’ha lanciato Mario Cotelli, Ct della Valanga Azzurra, che ha richiamato operatori e impiantisti ad un’attenta gestione della partita.
Che, per Valeriano Giacomelli, amministratore delegato della Società Impianti Bormio, patròn della mitica pista Stelvio, vale assolutamente la pena di giocare. 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 7 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top