Chiavenna, il parco inclusivo è realtà

Il percorso è quello relativo al restyling del parco di Pratogiano, iniziato dalla prima amministrazione Della Bitta, e terminato, al meglio, nel suo secondo mandato. Un iter complesso che ha visto mescolarsi, in un melting pot perfetto, tradizione e innovazione. Dove la prima è rappresentata dai secolari platani, rimasti lì, a testimoniare la storia che scorre, a significare i ricordi dei chiavennaschi, della loro infanzia, giovinezza ed età adulta, e la seconda si fonda sulla rivisitazione completa del lato opposto dell’area, quella che rappresentava il termine corsa della ferrovia. Oggi, grazie all’impegno degli enti locali, Comune di Chiavenna in primis, e delle associazioni Lions Club Chiavenna e Il mondo che vorrei, trasformata in area giochi alla portata di tutti, consegnata ai bimbi venerdì scorso. Si parla di un investimento di circa 90mila euro grazie al quale, oggi, la città può contare su spazi ludici capaci di annullare ogni differenza. Casette, reti, altalene, tunnel, e un trenino a simboleggiare proprio la funzione storica dell’area giochi.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top