A Livigno, auto e moto d’altri tempi.

Si chiama “Sfileda de machini e moto vegie” ma, a dispetto del nome, di ferri vecchi e decrepiti durante la prima edizione del concorso di eleganza riservato ad auto e moto d’epoca, non ce n’era neppure uno.

Eh no, perché a Livigno, lo scorso sabato per il contest organizzato dal Valtellina Veteran Car, oltre settanta auto storiche e più di venti motociclette, tutte rigorosamente retro, hanno offerto il meglio di sé, in quanto a stile, design e motoristiche che, nonostante il trascorrere impietoso degli anni, continuano a fare scuola.

Davvero molti i presenti, tra proprietari, appassionati delle cromature e semplici curiosi, provenienti da ogni angolo della regione e dalla Svizzera, e che hanno animato il corteo che per circa tre ore ha attraversato il piccolo Tibet.

Un’iniziativa organizzata di concerto tra club sondriese, Apt livignasca ed amministrazione locale, e senza dubbio destinata a ripetersi negli anni a venire.

Tra i tanti bolidi presenti, a fare bella mostra di sé anche delle vere e proprie rarità. Tra queste, una LANCIA STRATOS STRADALE DEL 1973, una TRIUMPH ROADSTER DEL 1949. E poi Corvette, Alfa Romeo, Ferrari, Mercedes, Porsche, fino alla Fiat Bertone 1100 103 Cabrio, del 1954, unico esemplare.

Quattro le categorie premiate a margine del concorso: auto, moto, ABBINAMENTO AUTO E ABITI D’EPOCA, ABBINAMENTO MOTO E ABITI D’EPOCA.

E qui, stile, fantasia e cura maniacale (inutile dirlo) del dettaglio, hanno fatto la differenza, dando non poco filo da torcere alla giuria, composta oltre che dal Presidente di Valtellina Veteran Car, Luigi Frigerio, anche da Arnaldo Galli, presidente del Moto Club Moto Storiche in Valtellina, assieme a Cristoforo Franzini, comandante della locale polizia municipale, la giornalista RAI Daniela Cuzzolin e Flavio Oberosler, responsabile comunicazione del club organizzatore.

Un occhio al podio. A vincere nella categoria dedicata alle quattro ruote, Renato Mingardi, al volante di una FIAT BERTONE CABRIO 1100 DERBY DEL 1954.

Per le moto, prima piazza per ALAN MASTRANGELO, in sella ad una SUNBEAM 500 SPORT DEL 1924.

Il più elegante, a bordo di una Lancia Fulvia Rally Coupe 1300, è stato Gianmaria Rizzalli mentre il premio dedicato ai centauri con più stile, è invece andato a Luciano Gugiatti e signora, a cavallo di una splendida Moto Guzzi Alce del 1943.

E lo stile, si sa, non è acqua.

 

 

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top