San Lorenzo festeggia don Andrea

Collegiata di San Lorenzo parata a festa, ieri mattina, a Chiavenna, per la celebrazione della Prima Messa di don Andrea Giorgetta, 30 anni, del posto, accompagnato nel suo percorso di crescita nella fede da mamma Luciana, papà Mauro, mancato due anni fa, e dal fratello Stefano. Con nonni e zii in prima fila, in chiesa, per assistere alla funzione presieduta dal don, fresco di ordinazione presbiteriale, ricevuta il giorno prima nella cattedrale di Santa Maria Assunta, a Como.
Al suo fianco tutti i parroci e sacerdoti della Valchiavenna, e, in primis, don Ambrogio Balatti, già arciprete di Chiavenna, e don Andrea Caelli, attualmente nel ruolo, che, a inizio Messa ha voluto ricordare i giovani sacerdoti usciti dal vicariato della Valchiavenna negli ultimi anni.
Poi la celebrazione vera e propria, presieduta in scioltezza da don Andrea, davanti ad una folta platea di fedeli. In prima fila le autorità, il sindaco di Chiavenna, Luca Della Bitta, il primo cittadino di Gravedona, Fiorenzo Bongiasca, località di destinazione del neo sacerdote, e Davide Tarabini, sindaco di Prata Camportaccio, unitamente ai rappresentanti delle forze dell’ordine e dei gruppi alpini che, in contemporanea, si sono ritrovati in Collegiata e in Pratogiano per la loro festa di Gruppo.
La predica, l’offertorio, la distribuzione dell’Eucarestia, tutto svolto senza intoppi ed esitazioni, sotto l’aura protettrice della Madonna di Gallivaggio che, dalla vicina cappella ha “assistito” all’intera celebrazione.
D’obbligo chiedere a don Andrea, sacerdote di grande apertura e disponibilità, come sia nata la sua vocazione.
Percorso che, ora, il don metterà a frutto tornando in quella parrocchia di Gravedona ed Uniti che lo ha aveva già visto compiere il suo ultimo anno diaconale, e nella quale servirà come vicario, responsabile della pastorale giovanile. Fin da piccolo, infatti, ricorda mamma Luciana, don Andrea è sempre stato al fianco dei giovani, in oratorio. Erano e sono la sua passione, la sua vita.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top