Secam incontra Water Alliance.

 

Un team composto da otto aziende pubbliche lombarde per un servizio indirizzato a cinque milioni e mezzo di abitanti.
Parliamo di “Water Alliance, Acque di Lombardia”, la nuova rete a cui aderiscono Gruppo Cap, BrianzAcqua, Uniacque, Padania Acque, Lario Reti Holding, Sal, Pavia Acque e Secam.
Martedì scorso, nella sede Secam di via Vanoni, a Sondrio, riunione del comitato di gestione del gruppo consociato.
Dai laboratori, alla geologia, dalla gestione dei dati ai fanghi, dalla formazione ai bandi di gara: questi i temi condivisi e sui quali il presidente Secam, Alfio Sciaresa, membro del comitato di gestione di WaterAlliance, intravede un fitto terreno di scambio tra i vari gruppi.
Riguardo alle azioni previste per il 2019, lo stesso Sciaresa pone in primo piano la promozione della sostenibilità dei consumi e degli utilizzi idrici, doverosa dinnanzi a sfide epocali come quella dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici.
La join venture, ha dichiarato Alessandro Russo, portavoce di Water Alliance, porterà grazie ad acquisti comuni, prezzi sempre più convenienti per i consumatori, non dimenticando che le tariffe idriche lombarde sono tra le più basse in tutta Europa.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
7 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top