Ponte in delirio. C’è il Giro Rosa.

Si tinge di rosa la Valtellina con il passaggio del Giro d’Italia femminile. La competizione entra nel vivo con due tappe ospitate dalla nostra valle. La partenza della quinta tappa da Ponte in Valtellina, alle 11,40, per quella che è considerata la frazione più dura della trentesima edizione. Un percorso stravolto, con il lago di Cancano all’arrivo in sostituzione del Passo Gavia, impraticabile per la frana del Ruinon. Una maledizione quest’anno per il Gavia, cancellato anche nella manifestazione maschile per l’eccessiva presenza di neve ad alta quota. L’onore dello start al neo eletto sindaco di Ponte in Valtellina, Rino Vairetti. Un entusiasmo contagioso, un evento in grado di creare turismo, promuovendo il territorio.

La tappa, altamente spettacolare, si risolve in una vera e propria dimostrazione di forza dell’olandese Annemiek Van Vloiten, che ha certificato con questa vittoria in solitaria il ruolo di favorita numero uno per lo scettro finale. Per lei doppia gioia: conquista della tappa e maglia rosa. La 36enne ha staccato le rivali a otto chilometri dal traguardo, dove si è presentata tutta sola. Distacchi abissali inflitti dalla nuova leader della classifica generale: Lucinda Brand ha accusato un ritardo di quasi tre minuti, la polacca Niewiadoma, maglia rosa alla partenza, è giunta terza.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
5 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top