Saldi invernali. A Sondrio, l’avvio non convince.

A Sondrio primo bilancio sull’avvio dei saldi invernali. Questa mattina la visita ad alcuni negozi del centro, cuore pulsante e fibrillante del commercio del capoluogo. E’ inutile negarlo: acquisti online e grande distribuzione oltre a penalizzare costantemente le vendite degli esercenti, stanno abbattendo anche il mito dei saldi. Questo il quadro che emerge a microfoni accessi, e spenti, tra i commercianti sondriesi. La caccia grossa agli affari non è più quella di una volta, il disappunto e il malcontento dei negozianti emerge in modo chiaro.

Un argomento dal quale si discosta l’opinione di alcuni: c’è chi individua nella partenza dei ribassi invernali un trend positivo, in linea con quello degli anni passati.

A farsi largo, tra alcuni esercenti, il pensiero che sarebbe forse opportuno spostare la data di inizio dei saldi invernali, ritenuti troppo a ridosso delle festività natalizie. Nonostante le iniziative di successo organizzate a Natale, sulle quali tutti si trovano in accordo, è pur vero che diverse zone della città siano rimaste tagliate fuori, non potendo approfittare, così, della mole di gente accorsa nei giorni di festa appena trascorsi.

In un quadro delle vendite tutt’altro che spumeggiante, il Made in Italy, sinonimo di alta qualità, sembra reggere ancora. La qualità, quella, non si batte.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top