L’abusivismo nel settore del benessere. L'allarme di Confartigianato.

 

  Il lockdown, la crisi economica, l'italico eccesso di burocrazia. I settori dell’acconciatura, dell’estetica, in una parola del benessere, vivono tempi complicati.

A peggiorare le cose per le imprese regolari arriva la concorrenza sleale degli abusivi. Ecco dunque il grido di allarme di Confartigianato Imprese Sondrio, che rappresenta le oltre 460 imprese del comparto operative in Valtellina e Valchiavenna. Imprese che danno lavoro a quasi 900 persone.

Da Confartigianato arriva anche l’invito a consumatori e imprenditori a segnalare i casi dubbi di abusivismo e di esercizio illegale della professione di acconciatori o estetisti alla mail abusivismo@artigiani. sondrio.it

Da sottolineare da parte di Confartigianato Sondrio anche lo stretto legame PFP Valtellina (Il Polo di Formazione Professionale). A partire dal prossimo anno scolastico, infatti, è previsto anche il coinvolgimento di Sondalo e dei suoi studenti  

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
12 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top