Valdidentro, la comunità attende il piccolo Diego

E’ fortemente provata la comunità di Valdidentro, e quella di Semogo, in particolare, paese d’origine della famiglia Lanfranchi, mamma Monica, papà Patrick. Coetanei, 31 anni. Un pomeriggio sulla neve della Val Viola, a quota 1700 metri di Altumeira, dove si trova la baita di famiglia, si è trasformato in un incubo. Il primogenito, Diego, 4 anni ad aprile, e il fratellino Simone, 18 mesi, vittime di una fatalità costata la vita al bimbo più grande.
Tutto è partito dal desiderio di giocare col bob, su e giù dal mezzo, simulando quelle discese che tanto piacciono ai bimbi e che erano soliti fare insieme al papà. Solo che, ad un certo punto, il bob ha iniziato veramente a scendere lungo il pendio, con sopra i due piccoli, Diego davanti, Simone dietro, per una lunghezza di circa 300 metri, fino al tracciato di Carich, dove hanno incrociato l’unico albero presente.
Forte l’impatto per Diego, subito soccorso dal personale Areu e trasportato, insieme al fratellino, al Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Dove i medici hanno fatto di tutto per strapparlo alla morte, sopraggiunta, però, nel pomeriggio di ieri. Solo alcune escoriazioni, invece, per Simone.
Aggravato dallo stato della neve, in questi giorni piuttosto gelata.
Grande lo strazio per tutti, i famigliari che hanno assistito impotenti all’incidente, gli stessi soccorritori, la comunità locale strettasi attorno alla famiglia.
E’ attesa, ora, per il rientro della salma del piccolo Diego a Semogo. Attualmente si trova al Papa Giovanni di Bergamo a disposizione dell’autorità giudiziaria. Al sostituto procuratore Marialina Contaldo il compito di vagliare l’informativa formulata dalla tenenza di Bormio della Guardia di Finanza e consegnata questa mattina. Anche se si ipotizza già l’apertura di due fascicoli, uno per omicidio colposo del piccolo Diego, uno per lesioni colpose del fratellino Simone.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
5 + 6 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top