Il mio amico Nepal. La montagna, un uomo, un cane.

L’indole di Nepal, trapela evidente già dalla calma con la quale affronta un pubblico numeroso in un ambiente che, dal 1971, viene solitamente riservato a relatori illustri appartenenti ad ambiti “alti” della cultura.
Insomma, nella sala Fabio Besta della Banca Popolare di Sondrio, ieri sera il vero protagonista è stato lui, il lupo cecoslovacco e interprete principale assieme al compagno di vita, Andrea Scherini, della storia recentemente data alle stampe per l’editrice Harper Collins dallo stesso Andrea Scherini insieme a Salvatore Vitellino.
“Il mio amico Nepal. Un lupo alpinista, le montagne e la vera libertà”.
La meravigliosa quotidianità di un rapporto silenzioso ma altamente comunicativo, tra un cane ed il proprio conduttore: sullo sfondo, una natura fatta di asperità e straordinaria bellezza. Quella delle montagne, e che montagne: qui, si parla di vette superiori ai quattromila metri di altitudine.

E non è da poco, considerando che l’ultima conquista del binomio a due e a quattro zampe, è rappresentato dalla punta Zumstein, che con i suoi 4.563 metri, rappresenta una delle vette più alte del massiccio del Monte Rosa.
Insomma, Nepal, in una serata del Club Alpino Italiano, organizzata nell’ambito del ciclo di incontri “La Sfinge Alpina”, davanti al presidente Paolo Camanni, affiancato da Angelo Schena, presidente della Fondazione Luigi Bombardieri, e a tanti altri aficionados dell’alpinismo, si sente veramente a casa.
Una serata a tratti intima, e nella quale è l’amore per la montagna, realtà tanto affascinante quanto aspra nella propria natura, a fare da cornice nelle narrazioni, nei racconti.
Toccante l’intervento di Mario Pedranzini, direttore generale del gruppo bancario, nel ricordo del proprio nonno, guida alpina, tragicamente scomparso al termine di una complicata ascensione nel gruppo del Monte Rosa.

Ne “Il mio amico Nepal”, è di fratellanza, dedizione, rispetto che è intessuto l’intero racconto, appoggiando così la tesi emersa dall’intervento di Paolo Comuzzi, direttore di Valtellina News e moderatore della serata, poiché è davvero lecito poter credere che cane ed uomo, assieme ad una profonda amicizia, condividano anche un’anima.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
4 + 6 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top