Sondrio, AgriMercati in rosa (e solidale) per la Festa della Mamma domani e sabato

Le donne di Coldiretti offriranno un fiore, una pianta o un dolce in cambio di un’offerta a sostegno della Piccola Opera di Traona. La ricorrenza si celebra in Italia dalla fine degli Anni Cinquanta
Un fiore, una pianta o un dolce in dono a fronte di un’offerta a sostegno della Piccola Opera di Traona. E’ l’iniziativa che Coldiretti Sondrio, attraverso Donne Impresa, propone domani, venerdì 7, e sabato 8 maggio agli AgriMercati di Sondrio in occasione della Festa della Mamma (domani in piazza Garibaldi e sabato al mercato coperto di piazza Bertacchi).
La ricorrenza di inizio maggio sarà, quindi, all’insegna della solidarietà per aiutare una realtà di grande importanza e valore per il territorio: il centro oggi è una risorsa abitativa ed educativa per i minori in difficoltà, proponendosi come Comunità alloggio per minori e Comunità per bambini con madri.
“Con questa iniziativa intendiamo, ancora una volta, essere d’aiuto con un piccolo ma tangibile gesto a questa importante realtà valtellinese, in un momento difficile come l’emergenza pandemia” commentano Silvia Marchesini, presidente di Coldiretti Sondrio, e Lucia Giacomelli, responsabile provinciale di Coldiretti Donne Impresa. “Un grazie va anche all’amministrazione comunale di Sondrio. Quello di venerdì e sabato è un evento di rilievo e sarà l’occasione per regalare alle mamme un fiore, una pianta o un dolce, sapendo che l’offerta che chiediamo è destinata a una nobile causa. Non da ultimo, l’iniziativa è firmata dalle donne imprenditrici di Coldiretti, il cui impegno imprenditoriale e sociale è particolarmente evidente in Valtellina e Valchiavenna, dove è in crescita costante il numero di donne e ragazze under 40 che hanno scelto di lavorare indipendentemente in agricoltura. Sono autentiche “capitane d’impresa” che danno vita anche a realtà modello dal punto di vista innovativo e multifunzionale”.
Ancora a proposito della Festa della Mamma, si stima che quest’anno, in provincia di Sondrio, i doni più gettonati saranno i fiori: tra essi prevalgono rose, bouquet vari e lilium, e tra le piante begonie, gerani e azalee. Ma “in classifica” rientrano anche torte, dolci e un invito a pranzo nelle strutture ristorative e agrituristiche che hanno riaperto i battenti, seppur solo esternamente e dovendo fare i conti con un clima ancora all’insegna di variabilità e basse temperature.
Una curiosità: la Festa della Mamma si celebra oggi in diversi Paesi del mondo, ma non con una data comune: in Italia, come in gran parte degli Stati europei, oltre a Stati Uniti, Giappone e Australia la festa cade nella seconda domenica di maggio; nella vicina Repubblica di San Marino, invece, cade il 15 marzo, in Slovenia il 25 marzo; Spagna e Portogallo l’hanno invece celebrata domenica scorsa (2 maggio), mentre nel Regno Unito e in Irlanda coincide con la quarta domenica di Quaresima e in Russia l’ultima domenica di novembre.
Il primo “Mother’s Day” fu celebrato negli Stati Uniti nel 1908, quindi la festa fu introdotta nel 1917 in Svizzera, nel 1918 in Finlandia, nel 1919 in Norvegia e in Svezia, nel 1923 in Germania e nel 1924 in Austria. Successivamente molti altri Paesi introdussero anch'essi la ricorrenza, che si consoliderà in Italia a partire dalla seconda metà degli Anni Cinquanta.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
10 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top