Da Morbegno, due calciatrici in ritiro a Coverciano

Un’esperienza indimenticabile, che potrebbe aprire nuovi orizzonti. Le protagoniste dell’avventura sono Pamela Scarpini e Vittoria Colombi. Le due ragazze, di 18 e 17 anni, di Morbegno, hanno colto un’importante opportunità partecipando a College Life Italia, una giornata a Coverciano sui campi dove si allena la Nazionale Italiana e che potrebbe regalare loro il sogno di giocare a calcio e studiare in un college americano. Proprio le selezioni di College Life Italia sono il primo trampolino per realizzare questa aspirazione. In Toscana Pamela e Vittoria hanno affrontato la prima giornata di allenamenti in compagnia di altre calciatrici provenienti da tutta Italia, sotto lo sguardo attento e vigile di allenatori e dirigenti della Federazione Italiana Gioco Calcio. Scarpini si è trasferita in estate a Reggio Emilia e dopo due stagioni all’Enjoy Valtellina, gioca con la squadra Reggio Tricolore in serie A nel calcio a 5, mentre Colombi ha iniziato quest’anno un’avventura con la Pro Sesto in Eccellenza nel calcio a 11, dopo due anni in Valtellina. L’iniziativa, aperta a ragazze nate dal 1997 al 2003, si articola in due puntate: la prima a Coverciano, la seconda a Milano l’1-2 Giugno.
Più volte durante la giornata inaugurale è stato ribadito dai tecnici federali quanto sia importante la socializzazione non solo nello sport, ma anche nella vita. Stare insieme significa capirsi, gioire e soffrire insieme. Il calcio rappresenta un ambiente positivo in quanto permette di stare in gruppo e di non rimanere isolati. Nei rapporti interpersonali, inoltre, è importante riuscire a capire chi hai davanti per poterti relazionare e il calcio può rappresentare un veicolo importante in tal senso. Le ragazze, circa una ventina, hanno visitato anche il Museo del Calcio, dove sono esposti i cimeli delle vittorie dell’Italia nei Campionati del Mondo e alle Olimpiadi. Un percorso di sei sale in cui si rivivono le emozioni e i ricordi legati alla storia degli Azzurri, grazie al racconto curato e coinvolgente dello storico medico della Nazionale, Fino Fini.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
4 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top