Un giardino per Livio Benetti.

Era posizionato nel portico della vecchia sede dell’istituto professionale Fossati di Sondrio. Dallo scorso sabato, l’altorilievo in bronzo risalente al 1966 ed opera dello scultore Livio Benetti, fa bella (e meritata) mostra di sé nel giardino di via del Cugnolo.
Ottimale la collocazione, laddove è stata realizzata una fontana le note della quale conferiscono un’atmosfera di ulteriore tranquillità al giardino, che lambisce il quartiere La Piastra e costeggia la casa di riposo.
Il progetto, voluto dalla precedente amministrazione comunale, è stato più che volentieri portato a termine da quella attuale.
L’augurio è che l’angolo verde che ospita la pregevole scultura, possa divenire luogo di incontro e di svago per tutti coloro i quali vogliano sedere in un ambiente, certo di ambito cittadino, ma dal quale è possibile godere di una vista rivolta alle montagne. Un luogo vissuto dalla gente, anima sincera di questa parte del capoluogo.
Per la città di Sondrio, un giusto tributo ad un uomo che fu pittore e scultore, ma anche amministratore, uomo di cultura ed insegnante, rappresentando così una figura multiforme della storia di questo capoluogo.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
2 + 15 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top