MELAVI' RIPARTE DA TOVO

Nuova stagione per Melavì. La cooperativa riparte trasformando in realtà concreta la fusione delle tre cooperative di Ponte in Valtellina, Villa di Tirano (ora chiusa) e Tovo Sant Agata che nel 2013 era avvenuta solo sulla carta. Un cda rinnovato con in testa il presidente Bruno Delle Coste. Il nuovo polo di Tovo, cuore della lavorazione, è stato presentato alla stampa nella giornata di ieri. Si tratta di una struttura ad alta efficienza dove si concentra tutto il processo lavorativo. I lavori hanno previsto l'adeguamento degli impianti elettrico, idraulico e di riscaldamento, ma anche l'ammodernamento degli spazi e l'installazione di macchinari aggiuntivi oltre a quelli trasferiti da Ponte, sede che ora sarà invece riservate alla sola trasformazione dei prodotti in succhi, nettari, conserve, mele essicate, Rockit. Interventi anche sulla sicurezza per garantire il benessere dei lavoratori. La visita alla sede rinnovata di Tovo, dove lavorano l'80% dei 120 dipendenti Melavì, ha visto anche la presenza del direttore Luigi Pignataro e dei vice presidenti Gianbattista Pruneri ed Edoardo Micheletti.
Il polo di Tovo è stato anche dotato di un nuovo sistema di pallettizzazione automatizzato che facilita l'allestimento dei bancali con le cassette. Un investimento inferiore ai 500mila euro ai quali se ne sono aggiunti 650mila per i pallettizzatori e 250mila per l'aggiornamento del sistema di calibrazione che consente di individuare i difetti delle mele.
300 soci conferenti, 20milioni e 147mila euro di fatturato, una superficie coltivata che sfiora i 500 ettari e una produzione che lascia il segno...

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
6 + 6 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top