Valfurva, si apre per sei ore

Una boccata d’ossigeno per Santa Caterina Valfurva. Da domani la provinciale 29 del Gavia aprirà al transito in due finestre giornaliere, dalle 7 alle 10 e dalle 18 alle 21. Resta il costante monitoraggio visivo con due presidi a monte e a valle da parte della protezione Civile. Esattamente come era stato previsto lunedì 24 giugno, giorno successivo alla chiusura della strada allo scattare dell’allerta pericolo sulla frana del Ruinon. Decisione presa nella riunione di oggi in Prefettura, che risolve parzialmente e temporaneamente il nodo viabilità sulla provinciale che porta al passo del Gavia, rimasta completamente chiusa dalla frazione di Sant’Antonio per questi due settimane.
Finalmente dice il presidente della Comunità Montana Filippo Compagnoni, dalla parte degli operatori economici.
Nei confronti del sindaco di Valfurva Angelo Cacciotto, si è rinnovata la solidarietà dei colleghi di Bormio, Roberto Volpato, e di Valdisotto Alessandro Pedrini.
Si guarda al futuro, bisogna pensare positivo e l’apertura delle finestre va in quella direzione, dice Filippo Compagnoni presidente della Comunità Montana Alta Valtellina, che ricorda la richiesta fatta al premier Conte di un supporto economico anche per un insolito servizio di trasporto pubblico.
Interventi in vista anche sulla pista forestale alternativa di Calvarana, su cui da domani saranno garantite per le emergenze le navette solo dalle 11 alle 17. “Dopo 15 giorni di utilizzo, dice il presidente Moretti, si è ammalorata perché è stata sottoposta a tanto stress”.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
4 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top