Mons. Cantoni, il vescovo di tutti

A parlare il vescovo della diocesi di Como e Sondrio, monsignor Oscar Cantoni, che, domenica scorsa, ha visitato la Valle Spluga, ospite, al mattino, di don Mario Baldini, parroco in Santi Pietro e Paolo a Madesimo e in San Rocco a Fraciscio, e al pomeriggio di don Casimiro Digoncelli, parroco di San Giacomo Filippo.
Raggiante, don Casimiro, per la disponibilità mostrata dal vescovo nel volersi fermare anche nella piccola località all’ingresso della Valle Spluga, teatro anche della recente devastazione dovuta all’alluvione dell’11 e 12 giugno, che ha distrutto il by pass di Gallivaggio e, teatro, ancor più, della terribile frana del maggio 2018, che ha visto il santuario mariano resistere, si può dir per miracolo.
Gli abitanti di San Giacomo Filippo hanno risposto presente all’appuntamento col vescovo, pur nella calda e afosa giornata domenicale, al riparo del Santuario dedicato a San Guglielmo in Valle, edificato nel 1637, sul Liro, attorno a quella che viene identificata con la grotta in cui si ritirò Guglielmo d’Orange, cavaliere al servizio dell’imperatore Enrico IV che avrebbe lasciato l’esercito per ritirarsi in Val San Giacomo, in completa ascesi, fino alla morte datata 1080. Anche se altri storici la pensano diversamente ed fanno risalire San Guglielmo alla famiglia Orenga di Menaggio e ne collocano la morte attorno al 1290. Un gioiellino la chiesa edificata in suo onore sul Liro con affreschi di Giovan Battista Macolino senior e junior che ornano tanto l’abside, dove, dietro una cancellata, è collocato l’altare, quando tutto il perimetro interno della chiesa, con raffigurazioni della vita e delle opere mistiche di San Guglielmo.
Una celebrazione molto intima, quella di domenica pomeriggio, a San Giacomo, cui ha partecipato anche il sindaco del posto, Severino De Stefani, e, per ciò stesso, capace di arrivare ai cuori dei presenti.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
5 + 11 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top