Albosaggia. Scomparso un 31enne.

Vigili del Fuoco, Carabinieri e Guarda di Finanza impegnati per tutto il giorno nelle ricerche, finora senza esito, di Nicola Scieghi, il trentunenne originario di Albosaggia, del quale non si hanno più notizie dalla notte tra sabato e domenica scorsi.
Dai dettagli messi assieme finora dagli inquirenti, riemergono le fasi precedenti alla scomparsa del giovane che, dopo la cena presso il ristorante Cerere, a Ponte in Valtellina, dove aveva festeggiato assieme ad un gruppo di amici la serata dei coscritti, si è mosso con loro alla volta della discoteca Mexico, di Piateda, dove però non avrebbe neanche messo piede.
E’ qui, all’esterno del noto locale che alle due e quaranta si interrompono i contatti con il giovane. Prima del black out, le telefonate alla compagna e ad una sua amica, che però non rispondono in quanto non sentono la chiamata. E poi un altro squillo ad una conoscente di Ponte in Valtellina, che già dorme. Per ultimo, una telefonata ad un amico, il quale rientrato in casa da poco, non se la sente di uscire di nuovo. Nicola, avrebbe avuto bisogno di un passaggio per rincasare.
E’ alle 17,30 di ieri, dopo la denuncia di sparizione inoltrata dai genitori, che scatta l’allerta, dapprima per Carabinieri e poi per Vigili del Fuoco e Guardia di Finanza.
L’avvio delle ricerche, proprio dall’esterno della discoteca dove Nicola è stato visto per l’ultima volta, con l’analisi delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza del locale e dislocate lungo le vie adiacenti. Da qui, per tutta la serata di ieri, i controlli si sono protratti lungo le strade dei dintorni.
Alla macchina delle ricerche, collaborano anche il nucleo cinofili dei Vigili del Fuoco, con due cani fatti appositamente giungere dai comandi di Brescia e Milano. A coadiuvarli, i cani molecolari della Guardia di Finanza.
All’attenzione degli inquirenti anche l’analisi dei tabulati telefonici appartenenti al numero dello scomparso: impresa non facile, quest’ultima, dato l’arco di tempo intercorso tra l’ultima accensione del telefono del giovane e la tardiva denuncia.
E nella giornata di oggi, il raggio d’azione delle ricerche, oltre ad essere stato rivolto verso l’entroterra e la parte bassa delle montagne, si è
allargato al fiume Adda, in uno spazio dapprima compreso in due chilometri e poi allargatosi. In azione anche i quad della Guardia di Finanza, che ha sorvolato la zona delle ricerche anche con l’ausilio di un elicottero.
I Vigili del Fuoco, che seguono la cartografia, per il momento stanno scandagliando la superficie del fiume ma senza utilizzare i gommoni.
Attimi di apprensione nella mattinata odierna, quando ad essere rinvenuta in acqua, è stata la carcassa di un animale.
Al momento, sulla scomparsa di Nicola Scieghi, descritto da tutti come un ragazzo normale, appassionato di tatuaggi, padre di una bambina e da tempo convivente con la propria fidanzata, nessuna pista viene esclusa
La speranza comune, è che il giovane abbia deciso deliberatamente di allontanarsi per qualche giorno.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
5 + 13 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top