Con la Cisl, autonomia al centro.

Autorevoli relatori e pubblico interessato al convegno promosso nella mattinata di oggi dalla Cisl provinciale nella sala consiliare di Palazzo Muzio per sensibilizzare in merito al tema del regionalismo differenziato e dell'autonomia. Presenti gli studenti delle scuole superiori. A moderare il dibattito Bruno Di Giacomo Russo, responsabile dell'ufficio studi di Cisl Sondrio. In cattedra anche Elio Moretti, presidente delle Provincia di Sondrio e Tiziano Maffezzini, nella sua veste di presidente dell'Unione dei Comuni, comunità ed enti montani della Lombardia. Decisa volontà di applicazione concreta di maggiori forme di autonomia e riflessioni sulle eventuali ricadute per il territorio sondriese, lungo il percorso di attribuzioni delle funzioni, sono emerse dai relatori presenti. Analisi sulla situazione lombarda da parte di Stefano Bruno Galli, assessore all'autonomia e cultura della Regione Lombardia, che ha definito il referendum dello scorso ottobre 2017 “un atto di lealtà costituzionale”. “Un gioco di squadra l'autonomia” da portare avanti con intelligenza nella logica dell'efficienza ha specificato, invece, Virginio Brivio, presidente Anci Lombardia e sindaco di Lecco. E sembrano da più parti ormai maturi i tempi affinchè dai proclami si passi all'azione per giungere al regionalismo differenziato come è emerso dagli interventi. Massimo Sertori, assessore agli enti locali, montagna e piccoli comuni della Regione Lombardia, ha ricordato l'emendamento richiesto (e non raccolto) al Ministro Delrio nel 2014. Il convegno si è concluso con un dibattito partecipato segno dell'interesse suscitato.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top