La Valmalenco per il “vescovo volante”

Amici delle Isole Solomon e Comunità pastorale della Valmalenco, insieme, per sostenere le iniziative umanitarie avviate da monsignor Luciano Capelli, vescovo della diocesi di Gizo, in Oceania, dall’ottobre 2007. Sabato scorso l’appuntamento in Valmalenco, dove mons. Capelli, nativo di Cologna di Tirano, fa tappa ogni anno, perché è qui, nella valle del Mallero, che si è radicata la sua vocazione, grazie al supporto spirituale di don Siro Cabello, malenco doc, suo parroco a Cologna quando era bambino.
Prima la Santa Messa a Caspoggio, poi il ritrovo all’oratorio di Lanzada, dove è stata allestita la cena solidale. Ai fornelli, Alberto Montani, chef di Postalesio, che ha preparato pietanze in semplicità per 140 persone, fra cui, insieme a monsignor Capelli, Piera Pelizzatti, presidente degli Amici delle Solomon, associazione da anni al fianco del sacerdote tiranese, Agostino Gallo, vice questore di Sondrio, Cristian Nana, sindaco di lanzada, Silvio Cristini, vicesindaco di Torre, don Renato Corona, parroco della Valmalenco, i suoi coadiutori, don Andrea Del Giorgio e don Mariano Margnelli, e suor Amanzia, da sempre al fianco della comunità lanzadese.
Istruzione, ma anche attenzione all’assistenza sanitaria, particolarmente carente, fino a pochi anni fa, nell’arcipelago delle Solomon, formato da 40 isole molto distanti fra loro che, mons. Capelli raggiunge grazie all’ ultraleggero che ha imparato a pilotare a Caiolo. Sono i due filoni principali di intervento attuali per i quali mons. Capelli chiede il supporto della gente della sua terra.
E i valtellinesi rispondono prontamente all’appello assicurando a monsignor Capelli costanti offerte in denaro per le sua missioni. 2500 gli euro consegnati dalla comunità pastorale malenca al prelato, rientrato proprio ieri in Oceania, portando con sé il ricordo di una bella festa svoltasi all’ombra del Pizzo Scalino e condita con le allegre note delle fisarmoniche (suo strumento preferito) di Cesare Mitta e Massimo Pedrotti.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
6 + 8 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top