Camminata Avis-Aido, è il 1° maggio di Morbegno

La quarantesima camminata morbegnese Avis-Aido del primo maggio ha chiuso la settimana “Sport e solidarietà”: ben 2065 iscritti. Non è record, ma poco ci manca. Articolato il percorso su 7 chilometri: la partenza da piazza Sant’Antonio, poi si è proseguito per Via Vanoni, si è percorso tutto il centro della città del Bitto, fino a Palazzo Malacrida, e, ancora, avanti verso il cimitero, si è costeggiato l’Adda, si è passati in via Serta, successivamente in via Nani e, infine, e, infine, in via Garibaldi, con punto di ritrovo finale in Sant’Antonio.Una manifestazione che permette di sensibilizzare i giovani a donare. Donare significa difendere e promuovere la vita. Il logo della maglietta è stato disegnato dai ragazzi del Liceo Artistico di Morbegno: una persona che cammina su dei passi già percorsi da altri.Da 4 anni la camminata del primo maggio coinvolge anche l’Admo (Associazioni donatori midollo osseo), per questo l’evento era anche il “Quarto Trofeo Martina Ceciliani”, dedicato a Martina, portata via dalla leucemia a soli 19 anni.Con un semplice prelievo di sangue ci si può iscrivere e salvare una vita umana. Alla fine premiate le associazioni (Navicella Breva, Csi Morbegno, Banda Delebio, Gruppo Gioia, Liceo Nervi, Team Valtellina, Aa Vsv, Avis Lanzada, Piccola Opera, Gs Valgerola, Gasp, Fanoni Ponte Valtellina) e le famiglie con il numero maggiore di partecipanti (quella di Simone Zecca la prima classificata). Primo al traguardo, tra gli uomini, Diego Rossi in 26’25’’, seguito da Giovanni Zugnoni, terzo Giuseppe Spini. Tra le donne la più veloce è stata Cinzia Cucchi in 30’59’’, alle sue spalle Francesca Galli, sul terzo gradino del podio Elena Luzzi.
  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
8 + 6 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top