Masso sulla statale 36 e sulla ferrovia a Novate Mezzola

Attimi di paura, intorno alle 18.30 di ieri, a Novate Mezzola. Un grosso masso di tre metri cubi si è staccato dal versante roccioso piombando sulla statale 36 dello Spluga e sulla vicina linea ferroviaria Colico-Chiavenna. Rovinando sulla carreggiata si è frantumato in più pezzi che sono schizzati qua e la, ed hanno interessato la sede stradale, il guard rail e i binari.
In quel momento, fortunatamente, sulla statale, non transitavano veicoli, per cui il distacco non ha prodotto conseguenze gravi a persone o cose, salvo interrompere per diverse ore la circolazione sia stradale sia ferroviaria e impegnare vigili del fuoco e forze dell’ordine in un’attenta attività di presidio, di ripulitura della sede stradale e ferroviaria e di messa in sicurezza delle medesime.
Operazioni che si sono concluse nella tarda mattinata di oggi, con riguardo alla strada ferrata, tant’è che Rete Ferroviaria Italiana l’ha riaperta alle 12, mentre per la statale 36 dello Spluga è stato necessario attendere ancora qualche ora prima di ottenere il via libera definitivo al transito. Alle 13.30 si è svolto il sopralluogo lungo il versante dei geologi e tecnici della Comunità Montana Valchiavenna deputati a verificare la stabilità dei luoghi.
Provvidenziale è risultato il collegamento alternativo, lungo la provinciale Trivulzia, che ha permesso alle auto di defluire in tutta tranquillità verso la Valchiavenna impedendone, così, l’isolamento, mentre i collegamenti ferroviari sono stati sostituiti con corse di autobus allestite, già nella serata di ieri, da Trenord.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
2 + 11 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top