'Valtellina Orobie' da incorniciare

Non si poteva chiedere di più: questo il commento unanime al termine della 32esima edizione di Valtellina Orobie, gara del campionato italiano di scialpinismo svoltasi ieri sulle nevi del Meriggio.
Merito del sole e dell’ottimo innevamento certo, ma anche degli oltre 160 iscritti, dell’elevato livello tecnico ed infine – ma non da ultimo – dell’impeccabile organizzazione firmata dalla Polisportiva Albosaggia.
Alla fine – sul tracciato di 18 kilometri, con 1800 metri di dislivello - la classifica ha visto prevalere due nomi di spicco del panorama scialpinistico nazionale: Filippo Barazzuol nella categoria maschile – con Mafred Raichegger e Pietro Lanfranchi al secondo e terzo posto e Corinna Gherardi per la femminile; dietro di lei Bianca Balzarini e Martina Valmassoi.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
11 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top