Premiati da Areu 118 gli studenti-videomakers

All’avanguardia a livello nazionale. Ancora una volta Areu 118, Agenzia regionale dell’emergenza urgenza, diretta da Alberto Zoli, si è spinta su terreni non esplorati con l’intento di sperimentare e, possibilmente, lasciare il segno. E l’obiettivo è stato raggiunto, a giudicare dall’entusiasmo manifestato dalla delegazione di studenti sondriesi che hanno partecipato, questa mattina, a Palazzo Muzio, alla premiazione del progetto “Anticipando la buona scuola”, varato dal Ministero dell’Istruzione, sposato in piano da Areu e dall’Ats della Montagna, e condotto in collaborazione con la Croce Rossa Comitato Locale di Sondrio e con l’Ufficio Scolastico Territoriale.
Sono 1568 gli studenti della provincia di Sondrio, delle classi quarte di 14 istituti, formati alle tecniche di rianimazione cardiopolmonare e all’uso del defibrillatore, mentre altri 450, sul territorio della Valcamonica verranno formati a breve, in modo da chiudere il cerchio sul progetto entro l’inverno.
L’intento, più che nobile, non è solo quello di formare i ragazzi, ma anche di introdurli ai valori della solidarietà, dell’impegno, del mutuo soccorso, nella speranza che possano, in futuro, approfondire il tema e diventare, a loro volta, volontari nelle tante associazioni presenti sul territorio.
Studenti, peraltro, che si sono mostrati particolarmente disponibili ad apprendere e seguire le lezioni svolte dai 90 istruttori della Croce Rossa locale messisi a disposizione del progetto.
La mattinata è stata utile anche per premiare le migliori clip sull’utilizzo del numero unico di soccorso 112 realizzate dagli studenti coinvolti. Autentiche chicche che hanno visto, sul podio, al terzo posto ex aequo i lavori svolti da Luca Dioli e Matteo Gianotti, del De Simoni di Sondrio, e Alessio Brioschi, Riccardo Caruso e Mirco Della Valle dell’Itis Mattei. Al secondo posto uno stupendo prodotto di Valeria Di Blasi e Ivano Motta, e, al primo, il video di Mosè Ciaponi, Giuseppe Fanelli, Matteo Corgatelli e Mattia Breseghini, dell’Istituto Agrario di Sondrio. In palio un premio da 1000 euro per il primo classificato, di 700 per il secondo e di 400 per i terzi pari merito.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
11 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top