Carnevale strepitoso a Sondrio, vince il carro di Poggiridenti

Straordinaria l’undicesima edizione del Carnevale sondriese! Mai così bella! Pubblico assiepato ovunque domenica scorsa in piazza Garibaldi e lungo il percorso. Quest’anno l’oratorio san Rocco e l’amministrazione comunale si sono davvero superati con una organizzazione impeccabile che nulla ha lasciato al caso regalando alla città una giornata da segnare negli annali. Un trionfo colorato. Fantasia, allegria, musica, ma anche tanti contenuti. Snobbata la satira politica e spazio a temi sociali e di stretta attualità. Primo assoluto il carro Appoggi11 da Poggiridenti intitolato “Voglio la Luna! 1969-2019”. Sono loro, con un allestimento scenografico stupefacente e curato nel minimo dettaglio, ad aggiudicarsi lo scettro con ben 327 punti. INTERVISTA FLASH LUCA SCIANI“SIAMO COSA DIRE…ABBIAMO VINTA”.
Al secondo posto Pippi Calzelunghe dell’oratorio sondriese don Maccani con 305 punti, mentre al terzo Made in Eataly con 302 punti incentrato sulla salvaguardia del cibo italiano e la lotta alle agromafie. Ma grande creatività e bravura hanno contraddistinto tutti i costruttori dei festosi carri, 13 in totale.
A presentare la kermesse l’energia coinvolgente di un favoloso condottiero come Fausto Molinari, noto dj valtellinese e storica voce di Radio Tsn. Ad aprire la sfilata dal cortile dei Salesiani la banda cittadina Celestino Pedretti con star Wars. A seguire il gruppo di Grosio, Carneval dei Vecc, il gruppo di Bormio, Carneval dei Matt., Re e Regina uscenti e la lunga sfilata allegorica. “E stiamo al tempo “da San Rocco viaggio tra egiziani e legionari romani, Ghosbusters e accattivanti Et direttamente dalla Valmalenco o meglio la valle degli Ufo. E ancora invasione di mattoncini colorati, i lunatici da Piateda Busteggia, ma anche dalla Transilvania del Sacro Cuore e la gustosa genuinità dei “busacc” con Pulenta e furmai…, “Save the children” di Tresivio e sempre da Tresivio la “Dottoressa Peluche”. Molto apprezzata la performance del ballerino Sisco e le sue ragazze della scuola la Nuova Era.La folla delle grandi occasioni ha, dunque, premiato uno spettacolo inimitabile.
Persone di ogni età giunte dall’intera valle si sono date appuntamento per animare una strepitosa festa corale nel segno del divertimento già da sabato quando nel pomeriggio dal campanile è planato sulla piazza un inquietante ectoplasma neutralizzato da abili acchiappafantasmi.

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top