La C.R.I nel sociale.

La solidarietà fa bene... Eccome!
Parliamo di banco alimentare, parliamo di sostentamento e di pari diritti, quelli che in quanto a dignità non andrebbero mai negati a nessuno.
In una società nella quale la crisi economica ha lasciato crepe difficilmente sanabili e in cui le classi hanno subito trasformazioni che sempre più allargano il divario fra poveri e ricchi, la Croce Rossa Italiana svolge un ruolo fondante anche nella distribuzione di beni alimentari e di prima necessità rivolta alle persone più bisognose di assistenza.
Nel nostro capoluogo, CRI, attraverso i suoi locali di Piazza della Croce Rossa, 1, interagisce con il comune di Sondrio, dal quale arrivano le segnalazioni concernenti le persone bisognose del servizio, e con Unione Europea e Banco Alimentare, bacini indispensabili a cui attingere per il reperimento dei beni di consumo.

Ed è in netta crescita, questo va evidenziato, il recupero delle eccedenze dei produttori agricoli, industriali e della grande distribuzione: donazioni che solo nel 2017 hanno raggiunto, secondo i dati del banco alimentare, le 10.887 tonnellate.
Ma il carburante che alimenta questa macchina, che non può e non deve essere arrestata, è rappresentrato dal lavoro, instancabile, dei volontari.
Sabato 24 novembre, un altro capitolo della colletta alimentare: chiunque lo vorrà, in 110 punti vendita sparsi nell’intera provincia di Sondrio, potrà donare parte della propria spesa e destinarla, così, a coloro i quali necessitano di beni alimentari.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 9 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top