Vietato vendere alcolici in zona stadio a Sondrio, tifosi in rivolta

Ha scatenato le ire dei tifosi, l’ordinanza adottata dal sindaco di Sondrio a garanzia della sicurezza e dell’incolumità delle persone durante gli incontri di calcio della stagione in corso. Lo scorso 13 settembre, infatti, per il tramite della Polizia Municipale era stato fatto divieto di introdurre, a qualsiasi titolo, bottiglie o altri contenitori in vetro su tutte le aree pubbliche adiacenti il campo Coni di via dello Stadio ed entro i 200 metri dallo stesso, parimenti era stato vietato di somministrare e vendere bevande di qualsiasi tipo in contenitori in vetro tanto più le alcoliche, comprese quelle con contenuto inferiore al 21% del volume.
In pratica, non solo niente superalcolici, come è ovvio e opportuno, ma anche niente vino e, soprattutto, birra, che è forse la bevanda più gettonata in tali contesti, magari accompagnata al classico hot dog. Il tutto dalle 12 alle 18 di ogni domenica, giorno in cui è prevista la partita di calcio o, in caso di incontri infrasettimanali, nel periodo compreso fra le due ore prima dell’inizio e le due ore dopo la fine della partita. Pesante anche la sanzione pecuniaria prevista per i trasgressori, pari a 500 euro.
Un provvedimento richiesto dalla stessa Questura a tutela dell’ordine pubblico e previsto in tutti i casi in cui si disputino partite di calcio di serie D, girone in cui è collocato il Sondrio, ma che ha prodotto la sollevazione popolare con rimostranze da parte dei tifosi che, due domeniche fa, si sono surriscaldati e si sono approvvigionati al di fuori dell’area di divieto.
Sul punto abbiamo chiesto lumi all’amministrazione che, riconoscendo non esservi mai stati particolari problemi di ordine pubblico in via dello Stadio, stanno lavorando ad un ridimensionamento netto dei divieti. “L’obiettivo è quello di ritirare l’ordinanza – spiegano da palazzo Pretorio – anche se occorre capire se e fino a che punto possibile. Vorremmo – dicono – circoscrivere il divieto alle partite che, sulla carta, potrebbero dare più adito a problemi per la presenza di tifoserie scatenate, ma, per il resto, ritornare allo status quo ante”.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top