Via Nani, se ne parla a marzo

Slitta di tre mesi la consegna dei lavori di realizzazione del sottopasso ferroviario di via Nani, a Sondrio. Lo ha annunciato Andrea Massera, assessore alla partita del capoluogo, che ha imputato i ritardi alle problematiche relative ai sottoservizi, alle tempistiche imposte da Rete Ferroviaria Italiana per la chiusura della tratta ferroviaria e alle forti piogge di fine ottobre con conseguente, significativo, aumento della falda acquifera. “Trattandosi di cause non imputabili all’impresa – spiega Massera in una nota stampa – è stata concessa una proroga ai tempi di consegna del sottopasso al 31 marzo 2019”.
Una notizia che non fa, certamente, far salti di gioia ai residenti in zona, da tempo in attesa di vedere chiuso il cantiere.
Ad oggi sono stati realizzati l’impalcato e la platea del sottopasso, completata a inizio mese di dicembre, ed è in corso la realizzazione dei muri interni. Fintanto che i lavori interessano gli ambienti coperti, peraltro, non subiranno interruzioni dovute alle condizioni meteo, mentre i restanti interventi dovranno essere sospesi in presenza di temperature troppo basse. Approvata, infine, una perizia supplettiva di variante in corso d’opera dei lavori che comporta una maggior spesa di 125mila euro. 30Mila serviranno per le sistemazioni esterne del parcheggio privato in via Toti e per la realizzazione del lato sud ovest della rampa di innesto del sottopasso, 20mila per l’indennità di occupazione di tutte le aree private interessate al cantiere, altri 20mila per spese tecniche e 55mila per la copertura delle maggiori spese sostenute per il lavoro in notturna effettuato nei giorni di chiusura della linea ferroviaria.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 3 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top