Scarpatetti celebra la Madonna dell'Uva

Al volgere di un’estate che non ha certo risparmiato grattacapi e fatali imprevisti ai viticoltori del Sondriese, complici le impietose grandinate dello scorso agosto a fare razzia dei raccolti soprattutto nelle zone di Ponte in Valtellina, Chiuro e Teglio, la celebrazione religiosa che ha avuto luogo la scorsa domenica nel quartiere di Scarpatetti, a Sondrio, assume un significato ulteriormente alto.
La Festa dedicata alla Madonna dell’Uva, incarna tutta quella tradizione che è poi la storia di un rione rurale, il sostentamento del quale è sempre stato legato ai frutti di un territorio, alla sua asprezza e alla sua bonarietà.
Qui poco è cambiato, a cominciare dalle tre edicole che lungo la via principale che si snoda da piazza del Quadrivio, celebrano a loro volta Maria Ausiliatrice, il Sacro Cuore della Vergine e la Madonna dell’Uva, una statua in legno risalente al diciassettesimo secolo e che immortala Maria assieme a Gesù Bambino. Entrambi tengono in mano un grappolo d’uva, forse il frutto che meglio raffigura la fatica e la dedizione dei coltivatori valtellinesi.
Il culmine della celebrazione è rappresentato dalla serale recita del Rosario, quando il tratto di strada antistante la cappelletta dedicata alla Vergine viene letteralmente invaso dai fedeli, guidati dall’arciprete di Sondrio, Don Christian Bricola. Un momento alla preparazione del quale tutti collaborano con una coralità che, come spesso accade in questo suggestivo rione del capoluogo, fa da collante tra tutti, abitanti e non.
Una festa che, nell’edizione di quest’anno, ha vissuto un altro aspetto: quello del consueto, e sempre più seguito, appuntamento con Scarpabellando, il mercatino dell’usato e del riutilizzo.
A margine del periodico mercato, il pranzo, organizzato dall’Associazione Culturale Scarpatetti, gli incassi del quale saranno investiti nel reatauro della seicentesca edicola dedicata alla Vergine.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top