Fabio Moro, dal pastificio di Chiavenna al palcoscenico de "I soliti ignoti"

Dal pastificio di famiglia, “Moro Pasta”, attivo a Chiavenna da 150 anni a questa parte, al Teatro delle Vittorie di Roma, per prendere parte alla trasmissione preserale cult, “I soliti ignoti”.
Il riferimento è a Fabio Moro, ad dello storico pastificio e presidente del Consorzio di tutela dei pizzoccheri di Valtellina Igp. Proprio in quest’ultima veste era stato contattato dallo staff di Endemol, produttrice del format, per poter far riferimento, in trasmissione, ad uno dei prodotti tipici per antonomasia della nostra terra, i pizzoccheri di Teglio.
Quelli che Moro avrebbe voluto veicolare in trasmissione e che, purtroppo, non gli è stato possibile fare, perché, in corso d’opera, gli autori hanno preferito indicarlo come l’ignoto che “fa pasta per bambini”, diversamente sarebbe stato troppo facilmente riconoscibile al concorrente e associabile al prodotto in quanto proveniente dalla provincia di Sondrio.
Concorrente che, in ogni caso, non l’ha individuato, associandolo, invece, ad un sommellier della birra.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
9 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top