Treni sempre meno sicuri

 

Ennesima aggressione contro una capotreno, venerdì mattina, sul treno Tirano-Milano, all’altezza della stazione di Mandello del Lario.
Un 22enne boliviano ha infierito contro la donna in servizio accusandola di avergli sottratto il cellulare. Poi, in stato di agitazione, ha, dapprima infranto un vetro del treno, poi una mensola, quindi, sceso sulla banchina, ha recuperato delle pietre dalla massicciata per scagliarle contro il convoglio. Situazione sedata dall’arrivo dei Carabinieri che hanno posto agli arresti il giovane.
Alta si è subito levata la protesta del sindacato trasporti che, per il tramite di Giorgio Nana, segretario della Filt Cgil di Sondrio, stigmatizza l’accaduto, e invita chi di dovere a velocizzare la dotazione di telecamere in capo ai singoli conduttori. “Meglio sarebbe inserire questi strumenti di video ripresa anche sui convogli – dice Nana – e permettere al personale viaggiante di ricorrere a spray al peperoncino. Purtroppo il livello di educazione civica è caduto così in basso da non permettere viaggi sicuri né al personale né agli utenti disciplinati dei mezzi di trasporto”.
Intanto, rispetto al servizio reso in provincia, pur, nel complesso, migliorato, Nana evidenzia che rispetto alla pulizia dei treni ancora non ci siamo, se solo si pensa che la pompa per prelevare l’acqua necessaria alla stazione di Sondrio è di nuovo rotta.
“Per risolvere la situazione occorrerebbe raggiungere un accordo con Secam – precisa -, perché, ora come ora, gli addetti devono andare a prendere l’acqua coi secchi alla fontanella. Come si può rendere un servizio adeguato in questo modo?”
Quanto, infine, alla migliorata efficienza dei treni lungo le tratte Colico-Chiavenna e Milano-Tirano, dove, come ha evidenziato l’assessore regionale Claudia Maria Terzi, le soppressioni sono diminuite passando dal 5% all’1% dei treni programmati giornalmente, Nana concorda, ma ricorda, che il miglioramento è da imputare, anche, alla diminuzione dei treni in circolazione, in buona parte sostituiti da bus. Tuttavia, un maggior coordinamento treno-bus si riscontra e più performante è anche l’indice generale di puntualità, passato dal 75 all’82%.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
9 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top