Hockey, Chiavenna batte il Vipiteno

 

Prima Alex Tava su assist di Mirko Pedranzini, al minuto 20.51, poi Davide Maraffio, servito da Alex Tava, quando il cronometro segnava 46.33. E dato che al termine dei tre periodi, così si chiamano i tempi di gioco da venti minuti ciascuno nell’Hockey, il risultato era fermo sul 2 a 2, si è andati all’overtime, i supplementari. E dal momento che neanche questi sono serviti a sbloccare il risultato, si è passati ai rigori. E’ lì che l’Hockey Club Chiavenna, guidato da Pavel Kavcic, l’ha spuntata sul Wipptal Broncos C, la squadra del fortissimo Vipiteno che, domenica scorsa, a Chiavenna, aveva costretto al palo i verde blu. Che avevano incassato ben 5 dischetti senza metterne a segno neanche uno.
Con paterno, lungo, “shampoo” finale negli spogliatoi del coach che aveva caricato a molla i suoi spingendoli a dare il tutto per tutto in trasferta, perché il Chiavenna sta giocando per i play off, le partite che decidono il passaggio di categoria, dalla C alla B.
E i due dischetti infilati nella porta avversaria ai rigori da Alex Tava, ancora, e da Samuele Finessi hanno decretato la vittoria del Chiavenna, tenendolo in partita. Domenica prossima, sul campo di casa, la bella col Vipiteno, partita che deciderà per il dentro o fuori definitivo di una delle due squadre. C’è da credere che Kavcic giocherà il tutto per tutto. I ragazzi, tutti giovanissimi, sono carichi e vogliono vincere. A sostenerli un tifo formidabile e tanti atleti giovani e giovanissimi che ruotano nei ranghi del Chiavenna.
Fra questi anche Federica Muttoni, 19 anni, di Mandello del Lario, portiere, che si allena da tempo con l’Hockey Club Chiavenna, supportando la squadra in allenamento.

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
2 + 13 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top