Mortale di Cercino, la vicinanza del Prefetto. Lutto cittadino a Tirano

Sono state ricomposte presso la camera mortuaria dell’ospedale di Sondrio, a disposizione dell’autorità giudiziaria, le salme delle sei persone che hanno perso la vita nell’incidente stradale di ieri sera lungo la nuova statale 38.
E allo strazio ordinario che già connota il luogo, si è aggiunto quello straordinario, impresso da questo tragico accadimento, che ha convogliato nel capoluogo tutte e sei le famiglie coinvolte.
Primi a raggiungere Sondrio per il riconoscimento del loro congiunto, alle 7 di stamane, i parenti dell’automobilista comasco Andrea Gilardoni, mentre dalle 10 in avanti è stato un pellegrinaggio di genitori e parenti strettissimi dei quattro giovani residenti a Tirano e del 42enne di Bologna che viaggiava con loro.
Genitori, fratelli, zii, costretti al pietoso gesto del riconoscimento dei propri cari, letteralmente travolti dal dolore. Tanto che si è resa necessaria la presenza di un medico di supporto.
E per lungo tempo anche Giuseppe Mario Scalia, prefetto di Sondrio, si è intrattenuto in camera mortuaria, al cospetto delle salme e in segno di totale vicinanza ai famigliari.
All’uscita non ha voluto rilasciare dichiarazioni ai nostri microfoni preferendo un composto silenzio. “Colpito ed affranto da un indicibile dolore – ha scritto in una nota inviata, poi, alla stampa – desidero rimanere nel silenzio e nella preghiera. Impietrito – ha aggiunto – invito tutti i genitori della provincia ad abbracciare forte i propri figli e, in questi tre giorni di lutto, a stare vicini ed a parlare della preziosità della vita”.
Sempre il prefetto ha, poi, annunciato la propria assenza alle cerimonie già programmate per oggi, domani e dopodomani. Oggi pomeriggio, in particolare, era prevista una manifestazione augurale in piazza con le forze di polizia e di soccorso, mentre domani era programmato il classico scambio degli auguri natalizi in prefettura.
“Auspico – ha concluso il Prefetto – che i sindaci dell’intera provincia proclamino il lutto cittadino nel rispetto del principio costituzionale di libertà e nel modo da ciascuno ritenuto più consono”.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
7 + 9 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top