Affondo di Toninelli sulla nuova 38: la politica locale insorge

Affondo del ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli, ieri al Senato in risposta ad un’interrogazione del Pd e nel contesto di un dibattito più generale riferito alla lievitazione dei costi di opere pubbliche e, in particolare, della Tav Milano-Bologna-Firenze. In coda al discorso Tav, c’è stato spazio per un passaggio sui costi, dati come enormemente lievitati, di due interventi della nuova statale 38, il tratto Piantedo-Cosio Valtellino e la variante di Morbegno, che la nostra provincia, la più malmessa in Italia per vetustà di rete viaria e ferroviaria, ha atteso per anni come il pane. Che costituiscono solo l’inizio del percorso di riammodernamento necessario della rete, e che sono già stati realizzati con somma attenzione ai costi, tant’è che per la variante di Morbegno si è scelta l’opzione delle due corsie.
Contenimento ribadito, con forza, anche da Ugo Parolo, senatore della Lega Nord, valtellinese, in sede di inaugurazione della variante di Morbegno della statale, nella giornata clou del 29 ottobre scorso.
Tutto il mondo della politica e dell’economia locale, peraltro, si interroga sulle motivazioni dell’uscita di Toninelli e attende una chiara retromarcia.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
2 + 15 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top