Nel calendario di Arare c'è posto per re pizzocchero

C’è una particolarità nel calendario numero 19, appena uscito, di Arare Onlus, l’associazione voluta da Eugenio Nonini per sensibilizzare le persone al rispetto della natura.
Si chiama “Ekadashi”, e si riferisce al giorno undicesimo dopo la luna nuova o la luna piena. Passaggio particolarmente delicato secondo la filosofia induista in quanto esposto ad interferenze negative portate dal demone dei quattro vizi, come zizzania nel grano. Di cui l’astensione dall’assumere grani e legumi e la proposta di introdurre un’alimentazione alternativa a base di grano saraceno.
Ciò che è del tutto in linea con la tradizione culinaria di casa nostra, che vede re pizzocchero primeggiare sulle tavole valtellinesi e nei menù dei principali ristoranti tipici locali. Una coltura che potrebbe trarre ulteriore sprone dalla proposta formulata da Nonini, protettore della flora e della fauna nel suo insieme.
D’obbligo chiedere, infine, al paladino della natura se, lui stesso, faccia da esempio mangiando pizzoccheri nei giorni di Ekadashi.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 4 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top