Sondrio ricorda i caduti di Nassiriya.

 

Alle 10 e 40 esatte di una mattina di quindici anni fa, l’entrata della base Maestrale, presidiata dai carabinieri italiani impegnati in una missione internazionale di pace a Nassiriya, in Iraq, fu letteralmente falciata dall’esplosione di un’autobomba. A perdere la vita furono in ventotto, nove iracheni e 19 italiani.
L’anniversario della strage, il più grave attacco contro l’esercito italiano dai tempi della seconda guerra mondiale, è stato commemorato questa mattina presso il Sacrario Militare di Sondrio, alla presenza di cittadini ed autorità locali, in occasione della decima giornata dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali di pace.

 

Toccante il racconto della sorella Maria Grazia Pereda Nobile, crocerossina facente parte del terzo contingente e presente a Nassiriya nei giorni immediatamente seguenti all’attentato.

 

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
4 + 6 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top