Fiaccolata a Morbegno per i Diritti Umani

10 dicembre 1948: l’assemblea dell’ONU vota a Parigi la dichiarazione dei diritti umani. Un testo che cambia la storia, proibisce la schiavitù e la tortura e fissa i diritti individuali civili, politici, economici, sociali e culturali di ogni persona. In 30 articoli i punti cardine quali l’uguaglianza, la libertà, il diritto alla vita, al lavoro, ad avere un equo processo e all’istruzione; e ancora quello alla famiglia e alla sicurezza. Tutto senza distinzioni di razza, colore, religione, sesso, lingua e opinione politica. Amnesty International, Caritas diocesana, Emergency e associazioni locali, con il patrocinio del comune, ieri si sono unite in piazza Mattei a Morbegno per ribadire la loro presenza sul territorio e nel mondo. Fiaccole e striscioni simbolo della voglia di continuare a lottare per la libertà ed i diritti umani. 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
2 + 15 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top