Carretti Pazzi, "Strana Officina" fa il tris

E’ il carretto di “Stranaofficina”, di Castello dell’Acqua, quello più pazzo in assoluto della manifestazione “Carretti pazzi”, svoltasi domenica a Sondrio per iniziativa della locale Pro Loco.
Il team di Castello, infatti, si è confermato il più performante in velocità per il terzo anno consecutivo percorrendo l’intero tragitto, dal Moncucco, lungo via Fossati, e poi, ancora, via De Capitani Masegra e Scarpatetti fino in piazza Quadrivio, in 2 minuti, 26 secondi e 54 centesimi. A rotta di collo, praticamente, il carretto guidato da Emilio Cavazzi ha affrontato le due manche del percorso, tenuto conto che i mezzi arrivano a raggiungere anche punte di 60 chilometri orari.
Il premio per l’estetica del carretto, invece, è andato al team della Contrada Vecchia, di Sondrio, sul totale dei 14 mezzi partecipanti.
Soddisfazione è stata espressa da Valerio Froio, presidente della Pro Loco di Sondrio che, per il sesto anno consecutivo, organizza la manifestazione nel contesto del Palio delle Contrade di Sondrio, anche se, programmata per la prima domenica di settembre, la gara dei carretti ha dovuto slittare di una settimana, fuori palio, quindi, a causa del maltempo.
Archiviata quindi nel migliore dei modi sia la manifestazione Carretti Pazzi, sia il Palio delle Contrade di Sondrio, edizione numero 59, che ha tenuto banco per 8 giorni nel capoluogo coinvolgendo 9 contrade per 40 giocatori ciascuna. In totale 360 persone che si sono cimentate nei giochi di squadra, dal calcio, al basket, alla pallavolo, e in un serie di classici giochi popolari. Prima classificata la contrada della Piastra, seguita da quella di San Rocco e, al terzo posto, Trieste.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top