A Delebio “Cittadinanza-Scuola-Etica”

Agire sulla percezione sociale della criminalità organizzata, sensibilizzare la società nei confronti di una problematica che tocca, indistintamente, ogni lembo della penisola.

“Cittadinanza-Scuola-Etica”, recita il titolo della giornata di incontri, studi e laboratori organizzata a Delebio per oggi da comune e scuola. Tre parole che identificano altrettante entità sulle quali agire, fare leva per tentare di scardinare meccanismi oramai insinuati in ogni piega del bene sociale.

Ripartire dai giovani: educare alla legalità è un bisogno urgente e per il quale una unità di intenti si rende fondamentale.

E così, assieme al comune di Delebio, assieme alla scuola media della cittadina della bassa valle, assieme alla parrocchia del centro orobico, è stato un intreccio di associazioni ad interagire: dal Centro di Promozione della Legalità, dal Gruppo Avviso Pubblico, a Libera contro le Mafie, fino all’Associazione Giovanni Paolo Secondo, al Centro ARCI Il Contatto di Sondrio ed alla Scuola di Formazione intitolata ad Antonino Caponnetto.

La costituzione come guida delle nostre azioni, strumento, dunque, per guardare al futuro. Un mezzo per nulla arcaico ed attraverso il quale ogni singolo cittadino può operare, collaborando. Una speranza per un possibile cambiamento, della quale i giovani hanno urgente bisogno.

Ma è necessario maturare una consapevolezza. Non siamo esenti da fenomeni di criminalità organizzata, le realtà malavitose mutano nel loro manifestarsi dipendentemente dalle territorialità che occupano.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
14 + 4 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top