A Bormio, un burraco benefico.

La Croce Rossa Italiana di Sondrio sezione di Bormio conferma, ancora una volta, la propria presenza al fianco degli anziani e delle persone indigenti nel contrasto ad uno dei problemi ancora tristemente attuali: quello della fame. Ed è stata una raccolta andata oltre le aspettative quella generata dalla sensibilità dalle 120 persone che giovedì scorso, 7 marzo, presso il salone dell’Istituto Superiore Alberghiero Alberti di Bormio hanno ruotato attorno alla decima edizione dello spettacolare torneo di Burraco, il gioco di carte più in voga del momento. Tutto è scaturito dall’idea e dalla dedizione di due donne straordinariamente attive nel sociale: Paola Baumgarten, responsabile della Cri sezione di Bormio, e Giuliana Gualteroni, presidente provinciale, accompagnate per l’occasione da un nutrito numero di volontarie, che hanno coordinato lo svolgimento della gara, non competitiva. 32 le coppie miste e ben assortite, molte provenenti dall’associazione amici anziani della magnifica terra capitanata da Fernanda Ori, che si sono sfidate al tappeto verde per sostenere, oltre a quella della raccolta di derrate alimentari, anche la causa del trasporto riservato agli anziani presso gli ospedali della provincia. Evento dopo evento, la Croce Rossa Italiana colleziona successi improntati sulla sensibilizzazione verso la solidarietà. Il torneo di Burraco di Bormio è uno di questi.

Un plauso ai ragazzi della scuola alberghiera, capitanati da Maurizio Gurini, eccellenti nel garantire un servizio bar d’eccellenza durante le concitate partite che hanno avuto luogo mentre, nella sala della scuola gentilmente messa a disposizione dal dirigente scolastico Bruno Spechenhauser, venivano proiettati i video riguardanti i service portati a segno negli anni dall’associazione. Curatrice dell’organizzazione dell’evento, Paola Baumgarten.

A conclusione del pomeriggio solidale e dopo le premiazioni, il ‘light dinner’, preparato e servito dagli scrupolosi ragazzi dell’Alberghiero, cui ha partecipato anche il vicesindaco Luigi Azzalini. Alle prime tre coppie classificate, composte da Bianca Quadrio e Chino Robustellini, Nella e Mario Mezzabotta, Teresa Pini e Maria Teresa Castignani, i premi forniti dai commercianti dell’alta valle; a tutti i partecipanti, il dono di un puntaspilli realizzato a mano, riportante l’effige della croce rossa,. Da parte dell’Istituto Alberti di Bormio, nella persona del Dirigente Spechenhauser, tutta la disponibilità ad ospitare, durante l’anno, eventi come quello di giovedì e corsi di formazione per il personale docente, il primo dei quali partirà a breve. 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top