FINE SETTIMANA TRAGICO: DUE I MORTI

Un fine settimana, quello appena trascorso, macchiato da due decessi e sui quali sono in corso due differenti indagini. A Livigno, nella mattinata di sabato, ha perso la vita, dopo una rovinosa caduta sulle piste da sci, Pietro Pasqualone, milanese di 31 anni. L’uomo, poco dopo le 10.30, lungo la pista nera della ski area del Mottolino a 2.300 metri di quota, per cause ancora in corso di accertamento, forse a seguito di un improvviso malore, è rovinato a terra battendo con violenza la testa sulla neve ghiacciata. Fin da subito le sue condizioni sono apparse molto gravi. Soccorso immediatamente dagli agenti della Questura sondriese in servizio sulle piste, lo sciatore è stato poi affidato alle cure dei sanitari del 118 intervenuti con un elicottero giunto da Bergamo (l’eliambulanza sondriese era, infatti, impegnata in un'altra missione). Il 31enne è stato quindi elitrasportato d’urgenza in codice rosso all’ospedale di Sondalo dove, qualche ora dopo, è spirato a causa delle lesioni riportate nella grave caduta. Il giovane non indossava il casco di protezione, in ogni caso non obbligatorio per i maggiorenni. Sull’incidente è stata aperta una inchiesta. I funerali dello sciatore si svolgeranno domani mattina alle 10 nella parrocchiale di San Francesco a Sondalo, luogo natio dei genitori, in cui il malcapitato sarà sepolto. Un’altra tragedia, invece, si è consumata a Sorico dove Arno Sandrini, 50 anni, celibe, nel primo pomeriggio di venerdì scorso è stato trovato senza vita nella propria abitazione in frazione Nigolo nei pressi di Nuova Olonio. A scoprire il cadavere dell’uomo un familiare residente accanto alla dimora della vittima. A causa delle diverse ecchimosi e di una ferita lacero contusa ad una gamba, la scomparsa dell’uomo ha destato forti sospetti e per questo la Procura di Como ha aperto un fascicolo disponendone l’autopsia. Probabile l’ipotesi del malore anche se non si escludono possano esserci state azioni violente nei confronti dell’uomo. A far luce sui dubbi di questa morte sono stati incaricati i carabinieri della Compagnia di Menaggio. Il decesso di Sandrini potrebbe risalire alla serata di giovedì. Arno Sandrini era fratello di Alfredo Sandrini ucciso a colpi di arma da fuoco nel 2014 a causa di un debito di droga.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
9 + 4 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top